ITED INGEGNERIA S.r.l.

P.IVA e COD.FISC. :01690980220

 

T&D INGEGNERI ASSOCIATI

P.IVA e COD.FISC. :01413600220

 

Via Linz n. 93 Spini di Gardolo 38121 Trento

Tel. 0461/822552 Fax 0461/829692

 

__________________________

Agosto 2018 

A Primavera il Family Village

Leggi>>

__________________________

Maggio 2018 

FINITI I LAVORI CENTRALE IDROLETTRICA ALCANTARA TAORMINA

Leggi>>

__________________________

Maggio 2018 

VINTO IL CONCORSO  NOITECHPARK DI BOLZANO

Leggi>>

__________________________

gennaio 2017 

VINTO IL CONCORSO  NUOVO DISTRETTO SOCIOSANITARIO BOLZANO

Leggi>>

__________________________

gennaio 2017 

CENTRALE IDOELETTRICA SUL TORRENTE MELEDRIO

Leggi>>

__________________________

7-8 settembre 2015

IL PONTE NOMI SFONDO DEL SET CINEMATOGRFICO Anna e Yusef RAI 1 Ore 20:30

Leggi>>

___________________

E' ONLINE IL NUOVO SITO DELLA SOCIETA' IMMOBILIARE SPINBAU SRL

Leggi>>

_________________________

 

04 AGOSTO 2014

Ci siamo trasferiti nella nuova sede in Via Linz 93 a spini di Gardolo, di fronte alla Whirpool e sopra il Sembenini moto.

Leggi>>

_________________________

______________________________________________________________________

24 SETTEMBRE 2013

VIA CAPPUCCINI LA CASA PIÙ ECO DELLA CITTÀ

Pubblicato in prima pagine su "IL TRENTINO" di mer 25 sett. 2013 un articolo sugli edifici residenzilai in Via dei Cappuccini

 

 

Pubblicato su "L'ADIGE" di mer 25 sett. 2013 un articolo sull'inaugurazione degli edifici residenzilai in Via dei Cappuccini

TRENTO. Sono nati 68 nuovi appartamenti in via dei Cappuccini, costruiti secondo il modello dell’edilizia sostenibile, praticamente autosufficienti dal punto di vista energetico, con locali dedicati alla socialità e al benessere degli inquilini. E 20 di questi alloggi saranno a canone moderato, quindi più accessibili anche per categorie di persone, come le coppie giovani e le famiglie di fascia medio bassa, altrimenti in difficoltà a permettersi abitazioni di questo grandezza e qualità. "Il fiore all’occhiello della struttura – ha spiegato uno degli ingegneri che si sono occupati dell’opera, Antonio Licini – è che i tre edifici sono praticamente autonomi sul piano energetico. Abbiamo, infatti, deciso di non fare gli allacci al metano perché volevamo che gli appartamenti fossero autosufficienti e così è stato. Delle sonde posizionate a oltre 130 metri di profondità garantiscono il recupero del calore e all'impianto geotermico abbiamo accoppiato i pannelli solari che permettono la quasi totale indipendenza energetica. E anche l'irrigazione dei giardini esterni è affidata al recupero delle acque piovane". I 3 edifici che ospiteranno i 68 appartamenti sono stati inaugurati ieri, alla presenza delle autorità. L'assessore alla salute e alle politiche sociali Ugo Rossi ha sottolineato l'importanza di progetti di social housing come quello di via dei Cappuccini e anche il vicesindaco Paolo Biasioli ha voluto ricordare come dopo Melta di Gardolo le abitazioni a canone moderato a Trento sono arrivate ad essere circa una sessantina. "Per questi appartamenti –ha detto Biasioli – abbiamo già ricevuto le richieste di circa 200 famiglie, molte delle quali formate da giovani coppie". Per costruire il complesso di via dei Cappuccini, che è composto da circa 23.000 metri cubi fuori terra, sono stati scavati 14.000 metri cubi di roccia. "I tre edifici – ha completato l'ingegnere Nicola Agostini – hanno a disposizione 170 parcheggi, i due terzi dei quali saranno condominiali, gli altri verranno venduti come posteggi pertinenziali. A monte dell’edificio ovest, poi, abbiamo predisposto 10 posti auto che saranno dati al Comune che li girerà al pubblico e altri 10 sono stati predisposti per l’acquisto con preferenza per i residenti del quartiere. Per il pubblico abbiamo anche realizzato una rotonda, allargato la strada di via dei Cappuccini e rifatto tutti gli impianti dei sottoservizi. Infine in ogni edificio è allestita una saletta che servirà da luogo di aggregazione per i condomini e una quarta sala di 30 metri quadri verrà donata al Comune per attività pubbliche". Entro l’anno tutti i lavori saranno completati anche se gli appartamenti sono già in vendita e alcuni sono già stati occupati dai primi inquilini.

 

Da "IL TRENTINO" del 25/09/2013